Tre famiglie: la prima composta da uomo e donna, la seconda da uomo e uomo, la terza da donna e donna

Qualcuno dei tuoi conoscenti ha avuto dei pesanti problemi economici dopo che un componente della sua famiglia ha arrecato – seppure involontariamente – dei danni a terzi?

Ti sei reso conto che basterebbe una leggerezza per mettere in serio pericolo il patrimonio della tua famiglia?

Qualsiasi sia il motivo che ti ha spinto ad interessarti alla polizza RC famiglia, noi di Europa 2000 siamo pronti per guidarti al meglio nella scelta dell’assicurazione perfetta per i tuoi bisogni e per il disbrigo delle pratiche assicurative.

Ma cos’è, nel concreto, una polizza Rc Famiglia, e quali sono le variabili in gioco da tenere in considerazione?

Cos’è una Rc Famiglia?

Una Rc Famiglia è un polizza di Responsabilità Civile che viene stipulata per tutelare sé stessi, la propria famiglia e il proprio patrimonio in caso di danni arrecati involontariamente a terzi, fino ad un massimale prestabilito.

Per capire quale può essere l’effettiva utilità di una polizza Rc Famiglia può essere il caso andare a rivedere il Codice Civile.

In particolare notiamo l’articolo 2048, nel quale si legge che «Il Padre e la Madre, o il Tutore, sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei figli minori non emancipati o delle persone soggette a tutela, che abitano con essi».

Inoltre, l’articolo 2025, recita «Il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall’animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito».

Parliamo dunque di minori, di animali domestici, e di tante altre possibili fonti di incidenti. Ecco, tutto questo può essere coperto grazie ad una buona polizza assicurativa Rc Famiglia personalizzata, così da tutelare sé stessi nonché i propri cari da piccole e grandi richieste di risarcimento conseguenti a danni a cose o persone.

In una polizza Rc Famiglia ad hoc, dunque, dovrebbero rientrare tutte le possibilità non contemplate dalle altre assicurazioni, come l’Rc auto o la polizza casa.

La gamma di danni che possono essere coperti da una Rc Famiglia, come si può immaginare, è estremamente ampia. Il figlio che, giocando in giardino con un amico, finisce per farlo cadere provocandogli una piccola frattura, o il cane di casa che morde il postino, o ancora un incidente con un veicolo non coperto da assicurazione (per esempio la bicicletta). I problemi di questo tipo, si sa, sono sempre dietro l’angolo, e basta poco per vedere prosciugati i propri risparmi da legittime richieste di risarcimento.

Ma quale Rc Famiglia scegliere?

Quale massimale è il caso di impostare, e quali sono gli eventuali sotto-limiti che non vanno assolutamente accettati? Quali, invece, gli scoperti in caso di sinistro? Stipulare una polizza assicurativa davvero adatta alle proprie esigenze che ci permetta davvero di stare tranquilli non è per nulla semplice, in quanto c’è sempre il rischio concreto di aver lasciato scoperto qualcosa di importante – e magari, al contrario,di aver speso per anni dei soldi per tutelare qualcosa che di fatto non serviva assicurare.

Attività sportive non agonistiche, animali domestici, rotture delle tubature d’acqua, danni derivanti dalla conduzione della casa o danni provocati dai collaboratori domestici, o ancora danni legati al possesso legale di armi da fuoco o danni provocati a terzi da minori. Sono tante le garanzie che puoi scegliere stipulando la tua polizza RC famiglia.

Per non sottovalutare nessun passaggio, e non lasciare scoperto nulla di davvero importante per te e la tua famiglia, approfitta della nostra consulenza: non basta stipulare un’assicurazione, bisogna essere sicuri di stipulare quella giusta!

Esponici le tue esigenze La prima consulenza è sempre gratuita

    I dati inseriti in questo modulo saranno utilizzati al solo scopo di fornire le informazioni richieste e sono soggetti al massimo riserbo, in piena ottemperanza della normativa vigente sulla privacy, non potranno essere divulgati a terzi senza esplicito consenso dell'interessato.